Archive for Information Technology

Google City Tour

Per la serie: quando non sapete cosa visitare in una città, chiedetelo a Google Maps.

Dal sito googlisti apprendo:

Google City Tours aiuta infatti ad individuare i punti di interesse delle maggiori città e a pianificare viaggi di 3 giorni (di default) nelle località ricercate. Per costruire la vostra visita, è sufficiente inserire la città di destinazione, e City Tours estrae automaticamente una mappa con un planning di tre giorni di attività contenente circa 10 suggerimenti per giorno. Il sito indica anche quanto tempo trascorrere in ogni luogo e quanto si impiega a raggiungere a piedi le varie destinazioni. L’utente non ha ancora molte opzioni a disposizione, se non aggiungere e rimuovere manualmente i siti di interesse, cambiare la data e la durata del tour (fino a un massimo di cinque giorni), modificare il tempo da trascorrere in ogni “tappa”.

L’idea non è malvagia, se non fosse che questo nuovo strumento ha decisamente bisogno di essere rifinito, al momento infatti raccoglie esclusivamente un elenco di musei cittadini, escludendo dalle mete imperdibili anche i monumenti.

In compenso sembra molto versatile e abbastanza configurabile, è possibile infatti aggiungere o togliere punti di interesse. Vedremo come si evolverà.

Stereomood is cool!

Appena scoperto e già innamorato 🙂

Stereomood è ad oggi il più meritevole sostituto di last.fm per quanto mi riguarda, un sito decisamente ben organizzato che propone playlist indicizzate per tag relativi al mood che suscita o all’attività che potrebbe conciliare quel tipo di musica.

Registrandosi è possibile personalizzare, condividere e creare nuove playlist. Ma basta parlarne meglio ascoltare!

Ideas

IdeasSpesso capita di voler esprimere un concetto o di avere questa necessità per sviluppare un prodotto.

Un buono spunto può essere offerto da Ideas, un’applicazione di BigHugeLabs (già noto agli utenti Flickr).

Questo motore di ricerca alternativo produce risultati per ogni parola chiave, collezionando le risposte dai network più popolari della rete: wikipedia, last.fm, flickr, youtube, colourlovers, delicious, etsy e lo stesso bighugelabs.

Digitale terrestre +1

rai mediaset digitale terrestreIeri c’è stato il primo passo verso il digitale terrestre nella nostra regione (Lazio).

Come annunciato è stato necessario risincronizzare i canali, una volta effettuata questa operazione mi sono ritrovato diverse piacevoli novità.

  • Finalmente anche i canali rai si vedono sul mio decoder da pc, prima non succedeva (utile per le partite di calcio).
  • Mediaset ha introdotto tre “nuovi” canali che sarebbero le tre principali reti nazionali ritardate di un ora: Rete4+1, Canale5+1, Italia1+1.

Trovo la seconda un’idea particolarmente interessante, considerando che con il digitale un’operazione simile a loro non costa nulla da un punto di vista tecnologico, per tutti gli utenti potrebbe invece rivelarsi utile avere la possibilità di vedere ad un’ora di distanza la programmazione del canale, ad esempio nel caso in cui non si riesca ad arrivare in tempo davanti la tv perdendo per pochi minuti un programma imperdibile (mi riferisco ovviamente alla possibilità di avere a disposizione i Simpson per ben quattro volte al giorno).

Di buon auspicio quindi affinché i problemi infrastrutturali iniziali (tra cui dover ricomprare 2 televisori) vengano presto compensati da una qualità discreta del servizio e una maggiore disponibilità almeno per quanto riguarda la scelta televisiva di canali diversi dai soliti 6.

Google in tabella

(…ma quanto è più bello l’inglese!? avrei potuto titolare “Google get squared!” vuoi mettere!)

google squaredGoogle Labs lancia Squared, una “nuova versione” del motore di ricerca più famoso al mondo. La particolarità di questa opzione è che i risultati della ricerca vengono visualizzati in modo tabellare.

Vi starete chiedendo a cosa serve, in effetti non tutte le ricerche sono adatte per questa opzione (infatti non tutte producono un risultato al pari del google originale) ma solo quelle che possono restituire ad esempio un elenco di elementi.

La parte interessante è che potete rimuovere o aggiungere sia righe che colonne, per quest’ultime potrete scegliere il campo su cui ricevere altre informazioni.

Per testarlo cliccate sui link presenti a fondo pagina, oppure sbizzaritevi con le vostre ricerche. Io ho cercato “Juventus” e come risultato è stato prodotto l’elenco dei giocatori.

Uploaded, dove caricare i tuoi file

Non serve aggiungere altro a quanto già scritto sul sito:

  • uploaded.to è facile da gestire, affidabile ed incredibilmente amata.
  • Potete caricare file con una grandezza massima di 250MB.
  • Per modificare o per eliminare è possibile farlo tramite l’Admin-Panel.
  • Per i vostri file caricati nell’Admin-Panel potete inserire un codice per impedire di essere scaricati.
  • Webmaster Speciale: Guadagnate pieni 3 Euro per ogni Premium Account consigliato ad un vostro socio.

😉

Cherrypeel, la musica del popolo

A primo impatto questo sito non sembra molto attraente, a partire dal nome direi. Ma ancora una volta proseguiamo nel percorso di ricerca di una valida alternativa a Last.fm.

Si tratta di Cherrypeel appunto, un sito che si presenta come la “community dove gli amanti della musica hanno il potere di decidere cosa merita di essere ascoltato”. In quest’ottica il sito raccoglie playlist e suggerimenti di brani votati dal pubblico con le stesse modalità di OkNotizie.

È possibile quindi ascoltare i brani, creare una propria playlist e soprattutto votare quelli che ci piacciono di più. Ok, prese singolarmente queste non sono grandi novità, ma di sicuro è un buon modo per scoprire qualche brano nuovo che ci è sfuggito e che a quanto pare “merita di essere ascoltato“.

Tasti rapidi per ricerca rapida

Quando le cose capitano per caso la sorpresa (nel caso in cui siano cose belle) è sempre maggiore e molto più piacevole.

Se siete riusciti a sopravvivere allo scioglilingua caso-cose di cui sopra, siete pronti a scoprire la gioia di risparmiare un click:

quicksearchPer quelli come me che usano spesso questo box (nell’immagine) di ricerca rapida in firefox, conosceranno di sicuro il fastidio del dover cambiare motore di ricerca manualmente cliccando sulla favicon a sinistra. Oggi in modo del tutto causale ho scoperto che è possibile cambiare sito semplicemente premendo la combinazione di tasti ctrl+frecciaSu e ctrl+frecciaGiù.

Saranno in pochi ad apprezzare questa scoperta, ma vi assicuro che sono le piccole cose a rendere il mondo un posto migliore 🙂 .

Muziic, streaming music player

Con un titolo così ggiòvane…questo non può essere altro che un gran bel programma!

Ho scoperto Muziic mentre testavo xenocode, e soprattutto ora che Last.fm non è più gratuito, un programma come questo non può che far comodo.

Muziic è un player graficamente simile a molti altri. La sua particolarità però è che la libreria è alimentata da internet (principalmente da powered by  youtube). Si possono cercare canzoni o artisti direttamente dal campo ricerca oppure navigare in modo random all’interno dei canali tematici, divisi per genere. Ogni brano poi può essere aggiunto ad una playlist da tenere in archivio per il prossimo avvio di Muziic.

Decisamente un ottimo mezzo alternativo per l’ascolto desktop della musica online 🙂 .

UPDATE: Questo programma succhia tutta la CPU, attenzione!