Archive for News

Ladies and gentelmen…Benvenuti!

Finalmente ce l’ho fatta!

Ecco a voi il nuovo sito, non più solo blog, ma per vostra fortuna…in questo spazio ancora blog. 🙂

Ho deciso di lanciare al più presto il nuovo sito perché proprio non sopportavo più il vecchio, quindi se scovate qualche problema e/o errore segnalatemelo pure, così da poter rimediare al più presto.

Spero di riuscire ad offrirvi una buona permanenza nel nuovo sito…e una scrittura più frequente su questo blog 😉

Benvenuti!

Irlandando…ovvero: Andando in Irlanda

IrelandDopo questo titolo non sentirete di certo la mia mancanza 🙂

Finalmente è arrivato il viaggio (ok, uno dei viaggi) che ho sempre desiderato fare! Il giro dell’Irlanda in macchina! Non voglio parlare delle aspettattive…perché voglio scoprirla giorno dopo giorno e non vedo l’ora di farlo.

Se riesco (non ci sperate) proverò a tenervi aggiornati, altrimenti ci si rivede il 19.

Buone vacanze a tutti 😉

Strix, generatore di scritte a collage

Dite la verità, non vi sono mancati i generatori di scritte che spesso segnalavo?!
Bè con questo mi faccio decisamente perdonare visto quanto è divertente!

Strix, permette di creare testi utilizzando lettere “da rivista” come nelle migliori lettere minatorie 🙂 da provare!

Strix

I milanesi ammazzano il sabato

imaisUltimo lavoro per gli Afterhours, ultimo capolavoro. Sebbene questo disco sia senza dubbio il più dibattuto tra i fan che si dividono tra delusi e sorpresi (scoprirete che sono nettamente tra i sorpresi), porta con se diverse novità, conseguenza forse tra le altre cose della nuova formazione, che direi quanto meno piacevoli.

Il disco effettivamente passa da un pop estremo come in “Riprendersi Berlino” ad una musicalmente incomprensibile e sconnessa “È solo febbre”, così da ottenere rispettivamente nuovi adepti commerciali (visto che il pezzo ormai passa spessissimo nelle radio) e vecchi fan perplessi :).

Sotto sotto il disco, è il solito disco degli After, con tutte le contraddizioni che implica (vedi sopra), non mancano comunque le critiche alla società “seduta” di Milano e tanto meno alla Milano-bene de “Sui giovani d’oggi ci scatarro su” oggi più velatamente punzecchiata in “La mia città”.

E poi il porno-pulp-ironico di questo disco è assolutamente eccezionale, i riferimenti al sesso fanno sorridere per l’astuzia con cui sono inseriti “togliti il buio amor le mutandine il tuo dolore, sai voglio scoparti fino a farti ridere” in “Naufragio sull’isola del tesoro”.

C’è anche molto cupo in questo disco, che la chitarra scura di Manuel non manca mai di regalare, uno su tutti la dolce-amara title track, un pezzo acustico del tutto introspettivo ma comunque fantastico.

La lista dei miei preferiti (anche se quasi tutte le tracce mi piaciucchiano effettivamente) in assoluto in questo disco:

  • Tarantella all’inazione
  • Pochi istanti nella lavatrice
  • I milanesi ammazzano il sabato
  • Musa di nessuno
  • Dove si va da qui
  • Tutto Domani
  • Orchi e streghe sono soli

E come regalo per il pubblico, dopo aver sudato quasi mezza giornata per produrlo, ecco lo spartito de “I Milanesi Ammazzano il Sabato” (la mia traccia preferita) è un po approssimativo, ma le limature si improvvisano sul momento:

I-milanesi-ammazzano-il-sabato (guitar tab)

UPDATE 24.06.08:

Spartito un po’ migliorato:
I Milanesi Ammazzano il Sabato (guitar tab)

Googolopoly, il Monopoli di Google

GoogolopolyCome da oggetto l’ultima geekata del momento è farsi una partitina con la versione più moderna possibile di Monopoly, ovvero quella brandata Google!

L’idea è stata lanciata da Box.net che ha messo a disposizione il pdf del gioco, scaricabile e stampabile qui:

header-download-now.png

Daje de cuscino

sottotitolo: “Se ti piace…fallo!”

RPFIII

web: www.romanpillowfight.wordpress.com

EM, ovvero otto musicisti ed un poeta

AcustimanticoVenerdì ho deciso di passare ancora una volta una serata in compagnia degli amici Acustimantico.

Ammetto di aver prestato poca attenzione alla locandina dell’evento, sapevo che qualsiasi cosa sarebbe stata perfetta se suonata da loro, avevo letto vagamente “EM, ovvero Emanuel Carnevali va in America”, che sapevo essere il loro prossimo lavoro dal quale hanno suonato di recente qualche pezzo nei loro concerti.

Una volta arrivato lì invece, l’atmosfera era del tutto insolita, Marcello Duranti indossava una giacca! E a quel punto ho iniziato a pensare che la cosa fosse seria… 🙂

Altro che seria, si è trattato di uno spettacolo sensazionale, in senso stretto cioè…davvero da brivido. La voce di Alessio Caruso scandiva in quattro atti la storia emozionante scritta dal paroliere degli Acustimantico, Danilo Selvaggi, in cui Emanuel lascia l’italia nel lontano 1914 per raggiungere la terra promessa New York.

Inutile raccontare la nostalgia e l’emozione sentendo raccontare con tale passione dei luoghi che ho respirato meno di un mese fa.

Tutto il resto è magico, la formazione degli Acustimantico estesa ad otto musicisti ha regalato uno dei concerti jazz migliori a cui abbia mai assistito (è vero non sono proprio un habitué di concerti jazz…ma questo è stato fantastico), la voce di Raffaella nonostante qualche problema tecnico risuonava piena delle sue solite vibrazioni che scuotono la gabbia toracica. Il maestro Scatozza questa volta oltre a scrivere magistralmente la sua bella musica, si è dedicato in modo certosino al coordinamento degli altri musicisti, scandendo con precisione pause ed attacchi.

Insomma, uno spettacolo decisamente inaspettato e piacevolmente sorprendente.

South Park, le 12 serie online

South ParkFinalmente una notizia di un certo rilievo!

Il sito ufficiale degli studi di South Park, ha deciso di rendere disponibili in maniera integrale tutti gli episodi delle 12 serie di uno dei cartoni più irriverenti (e divertenti) degli ultimi anni.

Molti di voi sanno benissimo che il mio cuore è tutto e solo per i Simpson, ma un’occasione come questa non può essere sprecata, e maggior importanza viene dal fatto che gli episodi sono tutti in lingua originale, il che significa (per chi ci riesce) cogliere in pieno la comicità spregiudicata delle battute 😉

Quindi, buona visione!

web: Episodi South Park

Finalmente New York

The EmpireDopo quasi 2 settimane dal mio ritorno provo a scrivere di questi cinque giorni fantastici trascorsi nella Grande Mela. Ovviamente non sarò affatto esaustivo, ma nemmeno scrivere un libro basterebbe a descrivere ogni emozione che una città come New York può suscitare.

Il tutto è partito dal desiderio di completare la visita lampo che avevo fatto 8 anni fa grazie ad uno scambio culturale con il liceo, ed è stato completato dall’occasione eccezionale di pagare 300€ il volo a/r.

Inevitabilmente mi sono lasciato travolgere dall’ansia del turista che mi ha portato a visitare con ordine e rigore tutte le principali attrazioni turistiche, dai grandi classici come il ponte di Brooklyn e la Statua della libertà, passando per un paio di vedute mozzafiato dai grattacieli più alti di Manhattan.

A questi si sono aggiunte visite non previste ma indimenticabili come quella al MoMA e al meno noto ai più ma comunque prestigioso Manny’s music store 🙂

Anche questa volta il contributo couchsurfing mi ha permesso di vivere un’esperienze di vita newyorkese che mai avrei potuto sperimentare solo con una lonely planet, una sera infatti ci siamo incontrati a casa di amici che si vedevano per parlare di un libro che avevano letto di comune accordo (esattamente come succede nei film 🙂 ..o nei simpson 😉 ) e la sera successiva gli stessi mi hanno portato in un teatrino di periferia per assistere ad uno spettacolo amatoriale (non certo di Brodway) fantastico!

Insomma, si potrebbe parlare di ogni singolo angolo di New York che la gente spesso conosce per averlo visto in foto o per averne sentito parlare in tv, il fatto è che anche solo passeggiare per le vie di questa “grande” città, è proprio piacevole! È dopo tutto una città più che vivibile con gente amichevole ed è senza dubbio la sintesi perfetta dell’America, una fusione di razze e profili che convivono in una sinergia perfetta.

Nemmeno le foto basteranno a descrivere la bellezza di questa città, ma ve le linko lo stesso:

Flickr, downforeveryoneorjustme ?

Per la serie due piccioni con una fava, volevo condividere con voi nel vedere Flickr.com down! 😐 e ne approfitto per presentarvi lo strumento che mi ha permesso di appurarlo con certezza.

Insomma, downforeveryoneorjustme.com è un sito che permette di scoprire se un sito non è raggiungibile solo dal nostro pc, o se lo stesso problema si verifica per ogni altro utente della rete.

Quindi stando a questo sito, questa mattina Flickr non è raggiungibile! 😕